AFFIDATO A DELOITTE L’INCARICO DI REDIGERE UN PARERE MOTIVATO SULL’OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO OBBLIGATORIA TOTALITARIA SULLE AZIONI DI AdF

.

Sciopero piloti Lufthansa

A causa dello sciopero indetto dal sindacato dei piloti 'Vereinigung Cockpit' dal 02.04.2014 al 04.04.2014 i voli Lufthansa possono subire ritardi o cancellazioni.

Maggiori informazioni (informazioni in inglese).

Richiesta di parere motivato agli amministratori indipendenti di AdF sull'offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria

COMUNICATO STAMPA

Firenze, giovedì 27 marzo 2014 – A seguito dell'offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria avente ad oggetto le azioni di AdF – Aeroporto di Firenze S.p.A. promossa da Corporacion America Italia S.r.l. la società ha richiesto agli amministratori indipendenti di redigere un parere motivato contenente le valutazioni sull'offerta e sulla congruità del corrispettivo ai sensi dell’art. 39- bis Reg. Emitt.
 
Nell'ambito della suddetta attività gli amministratori indipendenti, così come previsto dal suindicato art. 39-bis Reg. Emitt., hanno comunicato di volersi avvalere della fairness opinion di un esperto indipendente e stanno provvedendo alla sua individuazione.
 
La società renderà noto il nominativo dell’esperto indipendente contestualmente al conferimento del relativo incarico. 

 

pdfComunicato

 

Incontro Vice Ministro Nencini Presidente AdF Carrai

COMUNICATO STAMPA

Sviluppo aeroporto A. Vespucci

Incontro Vice Ministro Nencini Presidente AdF Carrai

Firenze, lunedì 24 marzo 2014 – Si è svolto oggi un incontro tra il Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Riccardo Nencini ed il Presidente di AdF Aeroporto di Firenze SpA Marco Carrai in merito alle prospettive di sviluppo dello scalo fiorentino.

Il Vice Ministro ha ribadito la volontà del Governo di intervenire in favore del potenziamento dell’aeroporto di Firenze, affinché il Capoluogo toscano possa vantare un aeroporto all’altezza della propria notorietà internazionale e delle esigenze del proprio territorio.

Il Vice ministro ha affermato come questa rappresenti un’infrastruttura fondamentale non soltanto per la città di Firenze ma, in sinergia con il Galilei di Pisa, per il sistema aeroportuale toscano e per l’intero paese, così come prevede lo stesso Piano Nazionale degli Aeroporti presentato dal Ministro Lupi.

Il Vice Ministro, infine, ha ribadito l’impegno e la massima attenzione da parte del Governo, in continuità con quanto già avviato dal precedente governo, per il finanziamento delle opere propedeutiche, interferenti, di accessibilità e collaterali alla realizzazione della nuova pista di volo, sottolineando la strategicità nazionale di quest’opera infrastrutturale.

Il presidente Carrai ha preso atto con soddisfazione delle affermazioni del Vice Ministro in merito allo sviluppo dello scalo.

 

pdfComunicato

Pubblicazione relazione illustrativa 2014

pdfComunicato sulla pubblicazione Relazione Illustrativa 2014

Curricula Consiglieri

Curricula Consiglieri nominati in Data 13/03/14

 

pdfVittorio Fanti

pdfRoberto Naldi

pdfMartin Francisco Antranik Eurnekian

pdfAna Cristina Schirinian

Nomina Nuovi Consiglieri CDA

Comunicazione Nomina Consiglieri di Amministrazione ai sensi dell’articolo IA.2.6.7 delle Istruzioni al Regolamento dei Mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A.

In data odierna, il Consiglio di Amministrazione di AdF – Aeroporto di Firenze S.p.A., in conformità con quanto previsto all’articolo 2386 del Codice Civile, ha nominato quali Consiglieri di Amministrazione il Sig. Vittorio Fanti, il Sig. Roberto Naldi, il Sig. Martin Francisco Antranik Eurnekian e la Sig.ra Ana Cristina Schirinian in sostituzione dei Consiglieri dimissionari Sig. Mauro Pollio, Sig. Mauro Maia, Sig.ra Laura Pascotto e Sig.ra Elisa Bauchiero.

A tal riguardo segnaliamo quanto segue:

  1. il Consigliere Fanti è nominato Amministratore Delegato;
  2. i Consiglieri Fanti, Naldi, Eurnekian, Schirinian sono da considerarsi non indipendenti ai sensi del Codice di Autodisciplina e, per quanto di nostra conoscenza, ad oggi non risultano detenere azioni della nostra società;
  3. il Consigliere Naldi viene nominato membro del Comitato per la Remunerazione e quindi a seguito di tale nomina il Comitato per la Remunerazione risulta composto dai Consiglieri Naldi, Ceccuzzi e Giustiniani;
  4. il Consigliere Naldi viene nominato altresì membro del Comitato Controllo e Rischi; il Consigliere Giusti si dimette da componente del Comitato Controllo e Rischi e subentra al suo posto il Consigliere Grassi; pertanto il Comitato Controllo e Rischi risulta composto dai Consiglieri Naldi, Grassi e Ceccuzzi.

I Curricula Vitae dei consiglieri nominati sono consultabili sul sito internet della società www.aeroporto.firenze.it.

 

pdfComunicato

APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31.12.2013

APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31.12.2013

NEL 2013 STABILITO IL RECORD DI PASSEGGERI: 1.983.268 (+7% RISPETTO AL 2012)

CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DEI PASSEGGERI: +11,5% NEI PRIMI DUE MESI DEL 2014

 

Nel 2013 AdF ha stabilito il suo record annuale di traffico mai registrato: sono infatti transitati presso lo scalo fiorentino 1.983.268 passeggeri (+7% rispetto al 2012).


I dati di traffico progressivi al 28 febbraio 2014, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sono in aumento dell’11,5% nella componente passeggeri. Per quanto concerne esclusivamente il mese di febbraio, si registra un incremento del 12,8% nella componente passeggeri ed una contrazione del 5% nella componente movimenti rispetto al corrispondente mese di febbraio del 2013.


Risultati consolidati al 31 dicembre 2013

  • A causa della flessione dei ricavi su beni in concessione, conseguenti alla chiusura degli investimenti per la realizzazione del nuovo terminal, i Ricavi risultano pari a 39,1 mln di euro (49,9 mln di euro nel 2012). Al netto dei ricavi per lavori sui beni in concessione ai sensi dell’IFRIC 12 (*), i ricavi risultano sostanzialmente in linea rispetto al 31 dicembre 2012 (-0,4%).
  • In seguito ai maggiori ammortamenti e oneri finanziari legati agli investimenti entrati in funzione a metà 2012 e non ancora remunerati in tariffa attraverso un adeguato contratto di programma, la Marginalità, il Risultato operativo e l’Utile netto, seppur in calo rispetto al 2012, sono risultati in linea con le previsioni di inizio anno. In particolare:
    • Margine operativo lordo (MOL), si attesta a 8,2 mln di euro (9,8 mln di euro nel 2012). L’incidenza del MOL sul fatturato passa dal 19,6% al 20,9%.
    • Risultato operativo pari a 3,0 mln di euro, rispetto ai 5,2 mln di euro del 2012
    • Utile netto pari a 0,8 mln di euro, in diminuzione rispetto ai 3,2 mln del 2012 .
    • Indebitamento netto pari a 14,4 mln di euro al 31 dicembre 2013, rispetto ai 12,3 mln di euro al 31 dicembre 2012.
    • Investimenti complessivi nel 2013 per 4,9 mln di euro, di cui 2,0 mln di euro su beni in concessione.

Risultati della Capogruppo al 31 dicembre 2013

  • A causa della flessione dei ricavi su beni in concessione, passati dai 12,6 milioni di euro del 2012 ai 2 milioni di euro del 2013, nel 2013, i ricavi hanno raggiunto 38,1 mln di euro, in diminuzione del 21,3% rispetto ai 48,4 mln di euro del 2012. Al netto dei ricavi per lavori sui beni in concessione ai sensi dell’IFRIC 12 (*), i ricavi risultano in lieve incremento rispetto al 31 dicembre 2012 (+0,8%).
  • Il margine operativo lordo, conseguentemente, si attesta a 7,6 mln di euro (19,9% dei ricavi totali), in diminuzione rispetto al 2012 (8,8 mln di euro, 18,1% dei ricavi totali).
  • Il risultato operativo è passato dai 4,3 mln di euro del 2012 ai 2,5 mln di euro del 2013 influenzato dai maggiori ammortamenti e oneri finanziari legati agli investimenti entrati in funzione a metà 2012 e non ancora remunerati in tariffa attraverso un adeguato contratto di programma.
  • L’esercizio 2013 quindi, si è concluso con un utile netto pari a 1,1 mln di euro, in diminuzione di 1,6 mln di euro rispetto all’utile netto del 2012 (2,7 mln di euro).

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea dei Soci la distribuzione di un dividendo di 0,04 euro per ognuna delle 9.034.753 azioni, pari alla metà rispetto al dividendo del 2012, per tenere conto degli andamenti economici e degli impegni finanziari legati ai prossimi piani di sviluppo. Il dividend yield del 2013 è pari allo 0,4% rispetto al prezzo del titolo al 30 dicembre 2013 e il pay-out sull’utile della Capogruppo è pari al 32,1%.

 

pdfComunicato Completo

Precisazioni circa la convocazione di Aeroporto di Firenze S.p.A. da parte di Enac

Precisazione

circa la convocazione di Aeroporto di Firenze S.p.A. da parte di Enac

per la presentazione del Piano di Sviluppo aeroportuale

Firenze, mercoledì 26 febbraio 2014 – La società AdF S.p.A. precisa, al fine di chiarire alcune fantasiose interpretazioni giornalistiche apparse in questi giorni, che in data 4 Febbraio u.s. ha ricevuto da parte di ENAC la convocazione “al fine di illustrare il piano di sviluppo di codesto Aeroporto”, per il giorno 24 Febbraio alle ore 15.30.

Tale convocazione si inserisce nella procedura tecnica amministrativa prevista dalla legge per la presentazione del Master Plan aeroportuale all'ente regolatore competente. In questa audizione, la società Aeroporto di Firenze S.p.A. ha illustrato al CdA di ENAC il master plan così come licenziato ed approvato dal CdA di Aeroporto di Firenze S.p.A. in data 23 Gennaio u.s.

La società resta in attesa delle valutazioni di ENAC, a cui la normativa da la potestà di approvare o meno il master plan, per poter procedere con l’iter previsto dalla legge.

pdf26_02_14_precisazine_Enac.pdf

 

Dimissioni Ing. Pollio e dei Consiglieri Bauchiero, Maia e Pascotto

pdfDimissioni_Pollio.pdf

 

pdfDimissioni_Bauchiero-Maia-Pascotto.pdf

Precisazione approvazione Master Plan

PRECISAZIONE SU APPROVAZIONE MASTER PLAN

COMUNICATO STAMPA

 

Firenze, venerdì 24 gennaio 2014 – AdF - Aeroporto di Firenze s.p.a., nell'approvazione del Master Plan aeroportuale ha intrapreso il percorso stabilito dalla legge. A norma dell'art. 1, d.l. 251/1995, dell’art. 702 cod. nav. e dell’art. 12 della convenzione per la gestione aeroportuale, ha predisposto il Master Plan prevedendo una pista di 2.400 metri secondo le indicazioni di ENAC, pervenute sia come osservazione al PIT della Regione sia direttamente alla Società Aeroportuale, poiché tale documento deve essere necessariamente autorizzato da ENAC in linea tecnica prima di arrivare all’approvazione definitiva da parte dell’autorità competente, che avverrà mediante intesa tra Stato e Regione o, in mancanza, deliberazione del Consiglio dei Ministri.

L'aeroporto di Firenze ha doverosamente valutato anche le potenzialità di sviluppo dello scalo con una pista più corta, di 2000 metri, al fine di rispettare le previsioni contenute nel PIT regionale adottato ma non ancora approvato. Questo per mettere ENAC e la Regione in condizione di esprimere al meglio le proprie valutazioni. 

Il cda di Aeroporto di Firenze ha inoltre deliberato di inviare il solo stralcio del Master Plan con pista di 2.000 metri alla Regione Toscana per ottemperare alla risoluzione approvata dal consiglio regionale il 24 luglio 2013 che ha richiesto tale documento in conformità al PIT adottato. 

Aeroporto di Firenze non vuole entrare in polemiche che non gli competono in ordine alle diverse valutazioni espresse, sino ad oggi, dall'ente regolatore (ENAC) e dall'ente a cui la legge attribuisce le competenze urbanistiche. 

Nel ribadire che il proprio interesse è esclusivamente quello di addivenire prima possibile all’approvazione di un piano aeroportuale che coniughi sviluppo, sicurezza e rispetto dei vincoli ambientali, auspica che le autorità preposte, ciascuna secondo le proprie competenze, giunga ad approvare gli atti a ciò necessari senza veti pregiudiziali o imposizioni unilaterali ma proseguendo sulla via del dialogo come avvenuto sino ad oggi e come dimostrato considerando nel proprio cda entrambe le ipotesi.

 

pdfComunicato

 

Il Cda approva il Master Plan 2014-2019

IL CDA APPROVA MASTER PLAN AEROPORTO

COMUNICATO STAMPA

 

 

Firenze, 23 Gennaio 2014 – Il Consiglio di Amministrazione di AdF – Aeroporto di Firenze S.p.A, presieduto da Marco Carrai, ha approvato il Masterplan dell’Aeroporto Amerigo di Vespucci di Firenze con periodo di riferimento dal 2014 al 2029.

 

All’interno del Masterplan è stata analizzata e considerata la nuova pista di volo con lunghezza di 2.400 metri così da permettere l’operatività in sicurezza e senza limitazioni presso lo scalo di Firenze gli aeromobili di classe “C”, secondo le indicazioni tecniche di Enac. Tale tipologia di aeromobile permetterà di raggiungere dallo scalo fiorentino destinazioni fondamentali per lo sviluppo economico del territorio quali Mosca, Istanbul e il medio oriente oltre a potenziare gli scali esistenti.

 

Nel master Plan è inoltre analizzata e considerata la diversa ipotesi di pista di volo con lunghezza di 2.000 metri, così come prevista nel Documento Regionale P.I.T. Il Master Plan sarà inviato ad Enac per le valutazioni e l'approvazione in linea tecnica.

 

Il Consiglio di Amministrazione ha autorizzato il Presidente e l'Amministratore Delegato a inviare alla Regione Toscana la sola ipotesi a 2000 metri, così come da richiesta della Regione stessa, in base alla risoluzione approvata dal Consiglio Regionale in sede di Adozione del P.I.T.

 

Con l’approvazione del Masterplan – sottolinea Carrai – “sono state gettate le basi per garantire all’aeroporto di Firenze un’operatività regolare ed affidabile nel tempo, soddisfare la domanda di traffico del territorio migliorando il network dei collegamenti e servendo mercati oggi non collegabili in un’ottica di sistema aeroportuale toscano e, infine, incrementare il valore della società di gestione attraverso un appropriato ritorno degli investimenti”.

 

pdf23_01_14_approvazione_masterplan.pdf.pdf