Variazione_Calendario_Eventi_Societari_2013

pdfVariazione_Calendario_Eventi_Societari_2013_Mag_13.pdf

Pubblicazione verbale assemblea ordinaria del 29 aprile 2013

pdfPubblicazione_verbale_assemblea_ordinaria_del_29_aprile_2013.pdf

Annuncio deposito Relazione Q1

pdfAnnuncio_deposito_Relazione_Q1.pdf

APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2013

COMUNICATO STAMPA

AEROPORTO DI FIRENZE (AdF S.p.A.):
APPROVATO IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2013

NEL PRIMO TRIMESTRE 2013:
LA DIFFICILE CONGIUNTURA, SECONDO LE ASPETTATIVE, E GLI EVENTI ATMOSFERICI AVVERSI PENALIZZANO I PASSEGGERI (-3,7%) E I RISULTATI
NEL MESE DI APRILE VIENE RECUPERATA LA PERDITA DI PASSEGGERI
PREVISTO A FINE ANNO UN RISULTATO NETTO POSITIVO

 

• Margine Operativo Lordo a 0,5 mln di euro. L'incidenza sui ricavi passa al 6,7% dal 14,7% del primo trimestre 2012.
• Risultato Operativo negativo pari a 0,5 mln di euro, in diminuzione rispetto ai 1,1 mln di euro dello scorso anno.
• La perdita del periodo si attesta a 0,9 mln di euro, contro un utile di periodo di 0,2 mln di euro al 31 marzo 2012.
• L'indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2013 ammonta a 13,7 mln di euro, rispetto ai 12,3 mln di euro al 31 dicembre 2012.
• Effettuati nel primo trimestre 2013 investimenti per 0,1 mln di euro.
• Nel primo trimestre 2013 sono transitati 350.209 passeggeri, in diminuzione del 3,7% rispetto al primo trimestre 2012, a causa della difficile congiuntura economica che diminuisce la propensione al volo e di notevoli fenomeni negativi atmosferici, in crescita (+40%) rispetto ai primi tre mesi del 2012 e motivo di cancellazioni e dirottamenti. Il fattore di carico medio al 31 marzo 2013 è stato pari al 65,9%, (+1,9% rispetto allo stesso periodo del 2012).
• I dati progressivi al 30 aprile 2013 mostrano che, con l'inizio della stagione operativa estiva e con la concreta operatività della base Vueling, lo scalo di Firenze ha quasi completamente recuperato tutta la perdita dei passeggeri registrata nei primi tre mesi del 2013 (520.825 passeggeri, -0,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).
• Rafforzati i collegamenti europei, con l'introduzione di nuove rotte ad opera di Vueling (con destinazioni Amburgo, Berlino, Copenhagen e Londra Heathrow), Volotea (con destinazioni Palermo e Catania) e Brussels Airlines (con destinazione Bruxelles).

Dati consolidati (mln di euro) Dati al 31.03.2013 % dei ricavi Dati al 31.03.2012 % dei ricavi Var.
Ricavi 7,5 100% 9,5 100% -21%
Margine Operativo Lordo 0,5 6,7% 1,4 14,7% - 63,9%
Risultato Operativo (0,5) ------ 0,6 6,4% -174,4%
Utile (perdita) di periodo (0,9) ------ 0,2 2,4% -493,4%

Firenze, 14 maggio 2013 – Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto di Firenze – AdF S.p.A, presieduto da Marco Carrai, ha approvato oggi il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013.

Durante il primo trimestre 2013 sono transitati dallo scalo "Amerigo Vespucci" 350.209 passeggeri, con una diminuzione del 3,7% rispetto al primo trimestre 2012, causata dalla difficile congiuntura economica che diminuisce la propensione al volo e aggravata dai notevoli fenomeni negativi atmosferici, risultati in crescita (+40%) rispetto ai primi tre mesi del 2012 e motivo di cancellazioni e dirottamenti. Il fattore di carico medio al 31 marzo 2013 è però stato pari al 65,9%, con un aumento rispetto allo stesso periodo del 2012 dell'1,9%.

I dati progressivi al 30 aprile 2013 mostrano che, con l'inizio della stagione operativa estiva e con la concreta operatività della base Vueling, lo scalo di Firenze ha quasi completamente recuperato tutta la perdita dei passeggeri registrata nei primi tre mesi del 2013. Dall'"Amerigo Vespucci" sono infatti transitati 520.825 passeggeri (-0,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno).

Nel corso del trimestre sono stati rafforzati i collegamenti europei, con l'introduzione di nuove rotte ad opera di Vueling (con destinazioni Amburgo, Berlino, Copenhagen e Londra Heathrow), Volotea (con destinazioni Palermo e Catania) e Brussels Airlines (con destinazione Bruxelles).

Sono inoltre proseguiti gli investimenti per un valore di 0,1 mln di euro per consentire lo sviluppo dell'aeroporto.

Il perdurare delle difficoltà del sistema economico rende ancora difficile e incerta la congiuntura.

I risultati del primo trimestre 2013

• Nel periodo considerato i ricavi consolidati si sono attestati a 7,5 mln di euro, in diminuzione (-21%) rispetto al primo trimestre 2012. In particolare:

 I ricavi "Aeronautici" ammontano a 5,1 mln di euro, in diminuzione del 5,8% rispetto al risultato dei primi tre mesi dello scorso anno, passando da un'incidenza del 57% a una del 68% dei ricavi totali. La variazione è dovuta essenzialmente a una diminuzione del traffico aeroportuale collegato a una contrazione della domanda di trasporto aereo nella componente passeggeri.

 I ricavi "Non Aeronautici" hanno registrato un decremento di 0,3 mln di euro, passando dai 2,4 mln di euro del primo trimestre 2012 ai 2,1 mln di euro dello stesso periodo dell'anno in corso (-9,6%). La loro incidenza è passata dal 25% al 29% sui ricavi totali. L'andamento dei ricavi "Non Aeronautici" è stato in particolare influenzato dalla contrazione dei ricavi derivati dai parcheggi, che sono diminuiti di 0,1 mln di euro rispetto al primo trimestre 2012, a causa del decremento del traffico aeroportuale nella componente passeggeri. I proventi derivati dagli Airport Retail Corner (A.R.C.) hanno invece registrato un aumento del 4,9% nonostante il decremento dei passeggeri grazie a una maggiore penetrazione del mercato.

 Tra le altre componenti di ricavo, si segnala, in particolare, un decremento del 97,4% dei ricavi per lavori su beni in concessione, che sono risultati pari a 37 migliaia di euro, per effetto del mancato costo sostenuto a fronte di investimenti già peraltro sostenuti ed ultimati nell'anno 2012.

• I costi operativi ammontano a 3,8 mln di euro, in diminuzione di 1,1 mln di euro rispetto al primo trimestre 2012. Tale andamento è legato fondamentalmente ai minori costi per lavori su beni in concessione.
• Il costo del personale registrato al 31 marzo 2013 è pari a 3,2 mln di euro, sostanzialmente stabile rispetto al dato al 31 marzo 2012.
• Il Margine Operativo Lordo di conseguenza si attesta a 0,5 mln di euro (6,7% dei ricavi totali), in decremento del 63,9% rispetto allo stesso periodo del 2012.
• Nel primo trimestre 2013, il Risultato Operativo è negativo per 0,5 mln di euro, con una diminuzione del 174,4% rispetto a quello dello stesso periodo del 2012 (positivo per 0,6 mln di euro).

• Nel primo trimestre 2013 la perdita netta si è attestata a 0,9 mln di euro, contro un utile netto di 0,2 mln di euro del primo trimestre 2012.

• L'indebitamento finanziario netto al 31 marzo 2013 è pari a 13,7 mln di euro, in aumento di 1,4 mln euro rispetto al dato al 31 dicembre 2012 (12,3 mln di euro).

Le novità dei voli nel primo trimestre 2013

Nel corso del primo trimestre 2013 sono stati rafforzati i collegamenti europei, potenziando l'offerta già esistente. In particolare:

• A partire dal 22 marzo 2013 Vueling ha aperto una nuova base operativa posizionando un Airbus 319 da 144 posti presso lo scalo di Firenze. Grazie all'apertura di questa nuova base operativa, Vueling ha attivato quattro nuove rotte da Firenze per Amburgo, Berlino, Copenaghen e Londra Heathrow. Il collegamento per Amburgo ha tre frequenze settimanali, il collegamento per Berlino e Copenaghen quattro frequenze settimanali mentre la rotta per Londra Heathrow è giornaliera.

• Volotea, vettore spagnolo, ha attivato due nuovi collegamenti per Palermo e Catania a partire dal 27 Marzo 2013 utilizzando Boeing 717 da 125 posti. Entrambe le rotte hanno quattro frequenze settimanali.

• A partire dal 30 marzo 2013 è di nuovo attivo il collegamento per Bruxelles operato da Brussels Airlines con ben otto frequenze settimanali.

• A partire dal 7 gennaio 2013, Air Dolomiti ha deciso di operare a proprio rischio commerciale a Firenze utilizzando l' Embraer 195 da 116 posti. Per la stagione invernale, Air Dolomiti ha ridotto le frequenze giornaliere passando da 4 a 3 voli per Monaco.

Si segnala inoltre come durante i primi tre mesi del 2013 si sono verificati 137 dirottamenti e cancellazioni (+40% rispetto al 2012) a causa delle condizioni meteo a Firenze.

Fatti di rilievo avvenuti dopo il 31 marzo 2013

• In data 9 maggio 2013 il Consiglio di Amministrazione nominato dall'Assemblea del 29 aprile 2013 ha eletto Marco Carrai in qualità di Presidente e Mauro Pollio in qualità di Amministratore Delegato della Società.

• Nel mese di aprile 2013 AdF ha fatto richiesta per il tiraggio di un ulteriore importo di circa 2,0 milioni di euro (totale tirato sarà pari a 11,7 milioni di euro), a valere sul contratto di finanziamento a medio-lungo termine sottoscritto in data 17 ottobre 2011 con MPS Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. e con Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo S.p.A. e costituito da un'apertura di credito per un importo massimo complessivo di 20 milioni di euro, utilizzabile in più tranches. Si rammenta come tale contratto di finanziamento, con scadenza al 30 giugno 2022 e pre-ammortamento di tre anni, mette a disposizione le risorse per coprire i fabbisogni finanziari connessi agli investimenti per lo sviluppo delle infrastrutture aeroportuali.

Le previsioni per il 2013

I dati di traffico progressivi al 30 aprile 2013, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, sono in diminuzione dello 0,6% nella componente passeggeri e del 4,5% nella componente movimenti.

Pertanto, già nel solo mese di aprile, con l'inizio della stagione operativa estiva e con la concreta operatività della base Vueling, lo scalo di Firenze ha quasi completamente recuperato tutta la perdita dei passeggeri registrata nei primi tre mesi del 2013, e aggravata dai notevoli fenomeni negativi atmosferici in crescita rispetto ai primi tre mesi del 2012 e causa di cancellazioni e dirottamenti, che si sono andati a sommare alla già minore propensione al viaggio in atto a livello europeo.

In ogni caso, il perdurare delle difficoltà del sistema economico rende ancora difficile e incerta la congiuntura. Si prevede comunque a fine anno un risultato netto positivo.

 

pdfdownload .pdf

Adf - Marco Carrai e Mauro Pollio nominati Presidente ed Amministratore Delegato

MARCO CARRAI E MAURO POLLIO NOMINATI

PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO DI AEROPORTO DI FIRENZE S.P.A.

 

 

Firenze, 9 Maggio 2013 – Il Consiglio di Amministrazione di AdF - Aeroporto di Firenze S.p.A., eletto dall’Assemblea degli Azionisti del 29 Aprile 2013, nella sua prima riunione tenutasi in data odierna ha nominato il Consigliere Marco Carrai Presidente della Società ed il consigliere Mauro Pollio Amministratore Delegato.

 

Il Curricula del Presidente e dell’Amministratore Delegato sono consultabili sul sito internet della società www.aeroporto.firenze.it.

 

Si segnala, infine, che alla data odierna, sulla base delle informazioni rese alla Società, il Presidente e l’amministratore Delegato non risultano detenere azioni di AdF.

pdfNomina Presidente e Amministratore Delegato

Annuncio_dividendo

pdfAnnuncio_dividendo.PDF

Approvato il Bilancio Consolidato 2012. L'assemblea degli azionisti nomina il nuovo CDA

L’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI HA APPROVATO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO E IL BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012

E LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO DI 0,08 EURO PER AZIONE

 

NOMINATO IL NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

 

  • L’Assemblea degli Azionisti di Aeroporto di Firenze – AdF S.p.A ha approvato oggi il Bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2012. I principali dati consolidati sono indicati nella tabella sotto riportata.
  • L’Assemblea dei Soci ha inoltre deliberato la distribuzione di un dividendo di 0,08 euro per ognuna delle 9.034.753 azioni, invariato rispetto al dividendo del 2011. Il dividend yield del 2012 è pari allo 0,8% rispetto al prezzo del titolo al 28 dicembre 2012 e il pay-out sull’utile della Capogruppo è pari al 27%.
  • Inoltre, l’Assemblea dei Soci ha nominato il Consiglio di Amministrazione ed il Collegio Sindacale per gli esercizi 2013-2015.

 

Dati consolidati (mln di euro)

Dati al 31.12.2012

% dei ricavi

Dati al 31.12.2011

% dei ricavi

Var. %

‘12/’11

Ricavi

49,8

100%

48,2

100%

+3,3%

Margine operativo lordo

9,8

19,7 %

11,1

23%

-11,6%

Risultato Operativo

5,2

10,5 %

6,4

13,3%

-18,1%

Utile netto

3,3

6,6%

3,3

6,8%

+0,9%

Dividendi

0,7

1,5%

0,7

1,5%

----

 

 

 

Firenze, 29 aprile 2013 – Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto di Firenze – AdF S.p.A, presieduto da Vincenzo Manes, ha approvato oggi il progetto di Bilancio di esercizio e consolidato al 31 dicembre 2012.

Nel corso del 2012, i ricavi di AdF hanno registrato una crescita del 3,3%, attestandosi a 49,8 mln di euro rispetto ai 48,2 mln di Euro del 2011. La marginalità ha registrato una diminuzione dell’11,6%, passando dagli 11,1 mln di euro del 2011 ai 9,8 mln di euro del 2012.Gli utili sono invece sostanzialmente stabili a 3,3 mln di euro (+0,9% rispetto al 2011).

 Nel 2012 sono transitati presso lo scalo fiorentino 1.840.892 passeggeri, in lieve calo (-2,8%) rispetto al 2011. Il fattore di carico medio al 31 dicembre 2012 è stato pari al 70,2%, con una contrazione dello 0,7% rispetto allo stesso periodo del 2011. I dati di traffico progressivi al 28 febbraio 2012, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sono in diminuzione del 6,4% nella componente passeggeri e del 9% nella componente movimenti. Il perdurare delle difficoltà del sistema economico, unitamente al blocco delle tariffe dal 2001 e mediamente inferiori del 50% rispetto a quelle degli altri Paesi europei, rende ancora difficile la congiuntura.

 

I risultati consolidati al 31.12.2012

 

  • Nel 2012, i ricavi consolidati hanno raggiunto 49,8 mln di euro, in aumento del 3,3% rispetto ai 48,2 mln di euro del 2011 in conseguenza fondamentalmente dell’aumento dei ricavi su beni in concessione. I ricavi “aeronautici” sono in diminuzione del 2,2% rispetto al 2011, attestandosi a 26,1 mln di euro, passando da un’incidenza del 55% a una del 51% sui ricavi complessivi. I ricavi “non aeronautici” registrano un decremento del 4,8%, raggiungendo quota 10,7 mln di euro (11,2 mln di euro nel 2011). Si segnala però che i ricavi da Airport Retail Corner (ARC) hanno registrato una crescita del 4%, raggiungendo un valore di 4,0 mln di Euro, nonostante il decremento dei passeggeri, grazie a una maggiore penetrazione del mercato. Tra le altre componenti di ricavo, spicca la crescita del 28,7% dei ricavi per lavori su beni in concessione (12,6 mln di euro rispetto ai 9,8 mln di euro del 2011), legato agli ingenti lavori di ampliamento dell’aerostazione.
  • I costi operativi ammontano a 27,0 mln di euro, in aumento del 13,9% rispetto al 2011. Il dato è influenzato dall’aumento dei costi per lavori su beni in concessione, che ammontano nel 2012 a 12,0 mln di euro, in aumento di 2,7 mln di euro rispetto al 2011 (+28,7%), essenzialmente a motivo degli ingenti lavori di ampliamento dell’aerostazione. Al netto di tale componente, i costi operativi risultano in crescita di circa 0,6 mln euro rispetto al 2011 (+4,3%).
  • Il costo del personale, alla data di chiusura del bilancio 2012, risulta pari a 13,0 mln euro, con un decremento complessivo rispetto all’anno precedente pari a 0,4 mln di euro. Tale decremento risulta spiegato dai minori oneri relativi a contenziosi ed incentivi all’esodo, per circa 0,1 mln di euro e da un risparmio di circa 0,3 mln di euro collegato a maggiore efficienza organizzativa ed operativa che, pur in presenza di un lieve incremento degli equivalent full time, ha contribuito sia all’utilizzo di forme più efficienti di inserimento di risorse stagionali sia all’abbattimento delle ore di supplementare e straordinario.
  • Il margine operativo lordo, conseguentemente, si attesta a 9,8 mln di euro (19,7% dei ricavi totali), in diminuzione di 1,3 mln euro (-11,6%) rispetto al 2011 (11,1 mln di euro, 23% dei ricavi totali).
  • Il risultato operativo ha registrato una diminuzione di 1,2 mln di euro (-18,1%), passando dai 6,4 mln di euro del 2011 ai 5,2 del 2012.
  •  Il risultato ante imposte ammonta a 4,5 mln di euro, in diminuzione di 1,4 mln di euro rispetto al risultato del 2011.
  • Le imposte di competenza ammontano a 1,2 mln di euro, in diminuzione di 1,4 mln di euro rispetto all’anno precedente. Si rammenta l’iscrizione tra le imposte di competenza di un importo in diminuzione pari a 0,7 milioni di euro connesso alla istanza di rimborso per il riconoscimento della deducibilità, ai fini IRES, dell’IRAP pagata sul costo del lavoro indeducibile, in relazione ai periodi di imposta dal 2007 al 2011, ai sensi dell’art. 2 del D.L. 201/2011 e del relativo Provvedimento attuativo del 17 dicembre u.s.
  • L’esercizio 2012, quindi, si è concluso con un utile netto pari a 3,3 mln di euro, sostanzialmente in linea rispetto all’utile netto del 2011 (3,3 mln di euro).

  • L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2012ammonta a 12,3 mln di euro rispetto ai 7,1 mln di euro al 31 dicembre 2011, con una crescita di 5,2 mln Euro.
  • Nel corso del 2012 sono stati realizzati investimenti infrastrutturali per un totale di 15,4 mln di euro, di cui 9,7 mln di euro risultano completati. In particolare, nel periodo in esame sono stati portati a completamento lavori per 7,4 mln di euro riferiti in prevalenza alla realizzazione del nuovo terminal ed ai relativi impianti come, ad esempio, l’impianto per il trattamento bagagli ed i banchi check in.

 

I risultati della Capogruppo al 31.12.2012

  • Nel 2012, i ricavi hanno raggiunto 48,2 mln di euro, in aumento del 2,7% rispetto ai 47,0 mln di euro del 2011, essenzialmente grazie all’aumento dei ricavi per lavori su beni in concessione, che sono passati dai 9,8 mln di euro del 2011 ai 12,6 mln di euro del 2012 (+28,7%). I ricavi “aeronautici” hanno registrato una diminuzione del 2,2% rispetto al 2011, attestandosi a 26,1 mln di euro. I ricavi “non aeronautici” sono in diminuzione dell’8,7%, raggiungendo quota 9,1 mln di Euro (10,0 mln di euro nel 2010).
  • I costi operativi ammontano a 26,5 mln di euro, in aumento del 13,9% rispetto al 2011. Il dato è influenzato dall’aumento dei costi per lavori su beni in concessione, che ammontano nel 2012 a 12,0 mln di euro, in aumento di 2,7 mln di euro rispetto al 2011, essenzialmente a motivo degli ingenti lavori di ampliamento dell’aerostazione. Al netto di tale componente, i costi operativi risultano in crescita di circa 0,5 mln di euro rispetto al 2011 (+3,8%).
  • Il costo del personale, alla data di chiusura del bilancio 2012, risulta pari a 13,0 mln euro, con un decremento complessivo rispetto all’anno precedente pari a 0,4 mln euro. Tale decremento risulta spiegato dai minori oneri relativi a contenziosi ed incentivi all’esodo, per circa 0,1 mln di euro e da un risparmio di circa 0,3 mln di euro collegato a maggiore efficienza organizzativa ed operativa che, pur in presenza di un lieve incremento degli equivalent full time, ha contribuito sia all’utilizzo di forme più efficienti di inserimento di risorse stagionali sia all’abbattimento delle ore di supplementare e straordinario.
  • Il margine operativo lordo, conseguentemente, si attesta a 8,8 mln di euro (18,2% dei ricavi totali), in diminuzione del 14,6% rispetto al 2011 (10,3 mln di euro, 21,9% dei ricavi totali).
  • Il risultato operativo è passato dai 5,7 mln di euro del 2011 ai 4,3 mln di euro del 2012 (-23,9%)
  • Il risultato ante imposte ammonta a 3,6 mln di euro, in diminuzione di 1,6 mln di euro rispetto al risultato del 2011.
  • Le imposte di competenza ammontano a 0,9 mln di euro, in diminuzione di 1,5 mln di euro rispetto all’anno precedente. Si rammenta l’iscrizione tra le imposte di competenza di un importo in diminuzione pari a 0,7 milioni di euro connesso alla istanza di rimborso per il riconoscimento della deducibilità, ai fini IRES, dell’IRAP pagata sul costo del lavoro indeducibile, in relazione ai periodi di imposta dal 2007 al 2011, ai sensi dell’art. 2 del D.L. 201/2011 e del relativo Provvedimento attuativo del 17 dicembre u.s.
  • L’esercizio 2012 quindi, si è concluso con un utile netto pari a 2,7 mln di euro, in diminuzione di 0,1 mln di euro rispetto all’utile netto del 2011 (2,8 mln di euro).
  • L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2012ammonta a 13,0 mln di euro rispetto ai 7,0 mln di euro al 31 dicembre 2011, con un aumento di 6,0 mln di euro, legato essenzialmente all’assorbimento di liquidità dovuto alla liquidazione dei lavori in corso sul terminal passeggeri. I debiti finanziari al 31 dicembre 2012 sono rimasti invariati rispetto all’anno precedente.


Nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione e Collegio Sindacale

 

Sempre in data odierna, l’Assemblea degli Azionisti ha nominato il Consiglio di Amministrazione nelle persone di Mauro Pollio, Cinzia Grassi e Carlo Panerai (tratti dalla Lista di tipo “A” presentata da Aeroporti Holding S.r.l.), Daniel John Winteler, Laura Pascotto, Elisa Baucherio e Sergio Ceccuzzi (tratti dalla Lista di tipo “B” presentata da Aeroporti Holding S.r.l.), Marco Carrai e Luca Giusti (tratti dalla Lista di tipo “B” presentata congiuntamente da Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Firenze, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Prato e Comune di Firenze), Jacopo Mazzei e Paolo Giustiniani (tratti dalla Lista di tipo ”B” presentata da Ente Cassa di Risparmio di Firenze), Saverio Panerai e Simonetta Baldi (tratti dalla Lista di tipo “B” presentata da SO.G.IM. S.p.A. e Regione Toscana).

I Consiglieri Cinzia Grassi, Elisa Baucherio, Sergio Ceccuzzi, Jacopo Mazzei e Paolo Giustiniani hanno dichiarato di essere in possesso dei requisiti d’indipendenza di cui al D. Lgs. 58/1998 e di cui al Codice di Autodisciplina.

E’ stato, inoltre, nominato il Collegio Sindacale nelle persone di Edoardo Aschieri e Francesco Tanini (tratti dalla Lista presentata da Aeroporti Holding S.r.l.), Marco Seracini (tratto dalla Lista presentata congiuntamente da Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Firenze, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Prato e Comune di Firenze), nonché Stefano Parati (nominato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) e Ersilia Militano, con funzioni di Presidente del Collegio Sindacale (nominato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze). Sono inoltre stati nominati i Sindaci Supplenti nelle persone di Piergiorgio Cempella (tratto dalla Lista presentata da Aeroporti Holding S.r.l.) e Silvia Bocci (tratto dalla Lista presentata congiuntamente da Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Firenze, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Prato e Comune di Firenze).

I Curricula Vitae degli Amministratori e dei Sindaci sono consultabili sul sito internet della società www.aeroporto.firenze.it .

Si segnala infine che alla data odierna, sulla base delle informazioni rese alla Società nessuno dei Consiglieri e dei Sindaci nominati risulta detenere azioni di AdF.

 

pdfLeggi file

Comunicato_deposito_documentazione_Assemblea_Ordinaria 29/30 Aprile 2013

pdfComunicato_deposito_documentazione_Assemblea_Ordinaria 29/30 Aprile 2013.PDF

Pubblicazione_Statuto_modificato_e_verbale_dellAssemblea_straordinaria_del_12_marzo_2013

pdfPubblicazione_Statuto_modificato_e_verbale_dellAssemblea_straordinaria_del_12_marzo_2013.pdf

Inaugurata la nuova base Vueling, 7 i voli: Amburgo, Barcellona, Berlino, Copenaghen, Londra Heatrhow, Madrid, Parigi

Vueling inaugura oggi la propria base operativa presso l’Aeroporto di Firenze con il decollo del primo volo per Berlino

 

Vueling, la compagnia aerea spagnola dà il benvenuto ai 4 nuovi collegamenti operativi a partire dalla stagione estiva 2013 (Londra Heathrow, Amburgo, Berlino e Copenaghen) con una torta speciale per tutti i passeggeri in aeroporto

Vueling, grazie alla nuova base operativa presso lo scalo toscano Vueling offrirà un totale di 7 collegamenti diretti ed incrementerà del 156% i posti a disposizione rispetto al 2012

 

Firenze, 22 marzo 2013 La compagnia di nuova generazione Vueling, alla presenza del Direttore Enac Donatella Barsotti, dell’Amministratore Delegato di AdF Biagio Marinò e del Country Manager Italia e Svizzera di Vueling Massimo Di Perna, ha inaugurato oggi la propria base operativa presso l’Aeroporto di Firenze con una torta speciale realizzata per l’occasione, a rappresentare i 4 nuovi collegamenti a disposizione dei passeggeri in partenza dallo scalo toscano: Londra-Heathrow, Berlino, Amburgo e Copenaghen.

Le nuove rotte si aggiungono ai voli operativi da marzo 2012 per Barcellona-El Prat, Madrid-Barajas e Parigi-Orly, grazie ai quali la compagnia ha già trasportato 130.000 passeggeri.

 

L’inaugurazione della nuova base, operata con un Airbus 319, avviene oggi con il decollo del primo volo Vueling con destinazione Berlino in partenza da Firenze alle 15:15 e arrivo alle 17:05 nella capitale tedesca, con a bordo un centinaio di passeggeri.

I nuovi collegamenti per Copenaghen e Amburgo saranno invece avviati nella giornata di domani, 23 marzo; mentre il volo per Londra decollerà il 31 marzo, in occasione delle vacanze di Pasqua.

 

Firenze diventa quindi la seconda base operativa in Italia della compagnia aerea, dopo quella di Roma Fiumicino inaugurata nel 2012, e la quattordicesima base in Europa.

 

Per Massimo Di Pernal’aeroporto di Firenze ricopre un ruolo di primaria importanza nel piano di crescita di Vueling in Italia. Grazie all’apertura della nuova base, i passeggeri in partenza da Firenze avranno a disposizione 7 voli diretti per raggiungere destinazioni di grande interesse internazionale”.

Grande soddisfazione è stata espressa dall’Ing. Biagio Marinò “non solo per l’importanza dei nuovi collegamenti europei avviati, ma anche per il contributo che i turisti stranieri trasportati daranno all’economia del territorio: e di questi tempi non è poco”.

 L’operativo

I voli da Firenze per Barcellona, Londra-Heathrow e Parigi-Orly avranno frequenza giornaliera, mentre i collegamenti per Copenaghen e Berlino Tegel saranno attivi 4 volte a settimana. I passeggeri che vorranno raggiungere Amburgo e Madrid avranno invece a disposizione 3 voli a settimana. Grazie alle nuove rotte, da marzo di quest’anno Vueling collegherà Firenze con 7 città europee in Spagna, Francia, Regno Unito, Danimarca e Germania, 5 delle quali non connesse in modo diretto da altre compagnie aeree e con un forte potenziale attrattivo sia per i passeggeri business che per coloro che viaggiano per turismo.

L’Airbus A319 di Vueling basato a Firenze consentirà quindi alla compagnia di garantire ai passeggeri toscani 7 collegamenti diretti e un’offerta totale di 315.360 posti, facendo registrare un incremento del 156% rispetto ai 122.952 posti a disposizione durante la scorsa estate.

Inoltre, grazie ai voli in connessione attraverso il Terminal 1 dell’Aeroporto El Prat di Barcellona, i passeggeri in partenza da Firenze potranno volare verso numerose destinazioni spagnole di grande attrattiva turistica. Le Isole Baleari (Ibiza, Minorca, Maiorca), Canarie (Gran Canaria, Tenerife, Lanzarote e Fuerteventura), l’Andalusia (Malaga e Siviglia), la Galizia e il Nord della Spagna (Bilbao e Oviedo) sono solo alcune delle mete raggiungibili, facendo scalo a Barcellona, con un unico check-in per tutte e due le tratte e il ritiro del bagaglio imbarcato direttamente all’aeroporto di destinazione.

Vueling in Italia

La compagnia ha iniziato le proprie operazioni in Italia nel dicembre 2004 collegando Fiumicino e Malpensa con Barcellona e Valencia con Milano. La rilevanza del mercato italiano è via via cresciuta a partire dall’inaugurazione del volo Barcellona-Venezia nell’aprile 2006. Nel corso degli anni Vueling ha trasportato oltre 12 milioni di passeggeri in Italia, durante l’estate 2013 la compagnia sarà presente in 12 città italiane (Roma, Milano, Venezia, Firenze, Napoli, Palermo, Pisa, Genova, Bari, Catania, Torino e Bologna) con due basi operative a Roma Fiumicino e Firenze.

“Excellence class” e Vueling Pass, i servizi dedicati ai passeggeri business

Vueling ha recentemente incrementato l’offerta dedicata ai passeggeri business con l’introduzione della nuova “Excellence Class” che, a prezzi molto competitivi, garantisce ai passeggeri business massima flessibilità, rapidità e convenienza. Prevede posti a sedere in una cabina differenziata, l’accesso alle VIP lounges, imbarco prioritario, poggiatesta ergonomici, snack a bordo, massima flessibilità nel cambio di volo e punti extra per i programmi fedeltà. I miglioramenti apportati alla business class fanno parte di un significativo cambiamento messo in atto dalla compagnia aerea la quale ha rinnovato la propria immagine con l’obiettivo di trasmettere l’esperienza e l’importanza della compagnia, senza rinunciare allo spirito innovativo che da sempre la caratterizzano. I passeggeri che viaggiano per motivi di lavoro hanno inoltre a disposizione Vueling Pass, una carta esclusiva che riserva ai titolari numerosi servizi Premium e garantisce loro il massimo confort in viaggio.

Vueling

La compagnia aerea spagnola, è stata creata nel luglio 2004 con una flotta di due Airbus A320, quattro rotte e l’obiettivo di offrire ai proprio clienti un servizio eccellente ad un prezzo competitivo. A nove anni di distanza, opera un totale di 200 rotte ed è presente in 100 città in Europa, Nord Africa e Medio Oriente. La compagnia ha attualmente 14 basi operative permanenti e ha trasportato oltre 55 milioni di passeggeri.

Vueling, compagnia aerea leader presso l’Aeroporto di Barcellona - El Prat, la prossima stagione estiva introdurrà nuovi aeromobili costituendo una flotta di circa 70 aerei ed offrirà 100 destinazioni dirette da El Prat. Vanta uno dei migliori livelli di puntualità nel settore del trasporto aereo, oltre il 90%. L’azienda ha recentemente ricevuto la certificazione Operational Safety Audit (IOSA) da parte della International Air Transport Association (IATA), a certificare i livelli elevati di qualità e sicurezza della compagnia aerea.

Pubblicazione_relazione_illustrativa

pdfPubblicazione_relazione_illustrativa.pdf

Approvati risultati consolidati al 31-12-2012

 

 

pdfApprovati_risultati_consolidati_al_31-12-12.pdf

 

 

 

 

 

 

APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31.12.2012

 

NEL 2012 SALGONO I RICAVI (+3,3%)

E PROSEGUE LO SVILUPPO DELL’AEROSTAZIONE

CON INVESTIMENTI PER 15,4 MLN DI EURO

TRANSITATI 1.840.892
PASSEGGERI, IN LIEVE FLESSIONE (-2,8%) RISPETTO AL 2011

 

  • Ricavi consolidati +3,3% e pari a 49,8 mln di euro (48,2 mln di euro nel 2011).
  • Margine operativo lordo (MOL), -11,6%, si attesta a 9,8 mln di euro (11,1 mln di euro nel 2011). L’incidenza del MOL sul fatturato passa dal 23% al 19,7%.
  • Risultato operativo -18,1%, pari a 5,2 mln di euro, rispetto ai 6,4 mln di euro del 2011.
  • Utile netto pari a 3,3 mln di euro, sostanzialmente stabile rispetto al 2011 (+0,9%).
  • Indebitamento netto pari a 12,3 mln di euro al 31 dicembre 2012, rispetto ai 7,1 mln di euro al 31 dicembre 2011.
  • Nel 2012 sono transitati presso lo scalo fiorentino 1.840.892 passeggeri, in lieve calo (-2,8%) rispetto al 2011.
  • Investimenti complessivi nel 2012 per 15,4 mln di euro, di cui 12,6 mln di euro su beni in concessione
  • Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea dei Soci la distribuzione di un dividendo di 0,08 euro per ognuna delle 9.034.753 azioni, invariato rispetto al dividendo del 2011. Il dividend yield del 2012 è pari allo 0,8% rispetto al prezzo del titolo al 28 dicembre 2012 e il pay-out sull’utile della Capogruppo è pari al 27%.
  • I dati di traffico progressivi al 28 febbraio 2013, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sono in diminuzione del 6,4% nella componente passeggeri e del 9% nella componente movimenti. Il perdurare delle difficoltà del sistema economico, unitamente al blocco delle tariffe dal 2001 e mediamente inferiori del 50% rispetto a quelle degli altri Paesi europei, rende ancora difficile la congiuntura.

 

Dati consolidati (mln di euro)

Dati al 31.12.2012

% dei ricavi

Dati al 31.12.2011

% dei ricavi

Var. %

‘12/’11

Ricavi

49,8

100%

48,2

100%

+3,3%

Margine operativo lordo

9,8

19,7 %

11,1

23%

-11,6%

Risultato Operativo

5,2

10,5 %

6,4

13,3%

-18,1%

Utile netto

3,3

6,6%

3,3

6,8%

+0,9%

Dividendi

0,7

1,5%

0,7

1,5%

----

 

Firenze, 13 marzo 2013 – Il Consiglio di Amministrazione di Aeroporto di Firenze – AdF S.p.A, presieduto da Vincenzo Manes, ha approvato oggi il progetto di Bilancio di esercizio e consolidato al 31 dicembre 2012.

 

Nel corso del 2012, i ricavi di AdF hanno registrato una crescita del 3,3%, attestandosi a 49,8 mln di euro rispetto ai 48,2 mln di Euro del 2011. La marginalità ha registrato una diminuzione dell’11,6%, passando dagli 11,1 mln di euro del 2011 ai 9,8 mln di euro del 2012.

 

Gli utili sono invece sostanzialmente stabili a 3,3 mln di euro (+0,9% rispetto al 2011).

 

Nel 2012 sono transitati presso lo scalo fiorentino 1.840.892 passeggeri, in lieve calo (-2,8%) rispetto al 2011. Il fattore di carico medio al 31 dicembre 2012 è stato pari al 70,2%, con una contrazione dello 0,7% rispetto allo stesso periodo del 2011. I dati di traffico progressivi al 28 febbraio 2013, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sono in diminuzione del 6,4% nella componente passeggeri e del 9% nella componente movimenti. Il perdurare delle difficoltà del sistema economico, unitamente al blocco delle tariffe dal 2001 e mediamente inferiori del 50% rispetto a quelle degli altri Paesi europei, rende ancora difficile la congiuntura.

 

I risultati consolidati al 31.12.2012

 

  • Nel 2012, i ricavi consolidati hanno raggiunto 49,8 mln di euro, in aumento del 3,3% rispetto ai 48,2 mln di euro del 2011 in conseguenza fondamentalmente dell’aumento dei ricavi su beni in concessione. I ricavi “aeronautici” sono in diminuzione del 2,2% rispetto al 2011, attestandosi a 26,1 mln di euro, passando da un’incidenza del 55% a una del 51% sui ricavi complessivi. I ricavi “non aeronautici” registrano un decremento del 4,8%, raggiungendo quota 10,7 mln di euro (11,2 mln di euro nel 2011). Si segnala però che i ricavi da Airport Retail Corner (ARC) hanno registrato una crescita del 4%, raggiungendo un valore di 4,0 mln di Euro, nonostante il decremento dei passeggeri, grazie a una maggiore penetrazione del mercato.

Tra le altre componenti di ricavo, spicca la crescita del 28,7% dei ricavi per lavori su beni in concessione (12,6 mln di euro rispetto ai 9,8 mln di euro del 2011), legato agli ingenti lavori di ampliamento dell’aerostazione.

 

  • I costi operativi ammontano a 27,0 mln di euro, in aumento del 13,9% rispetto al 2011. Il dato è influenzato dall’aumento dei costi per lavori su beni in concessione, che ammontano nel 2012 a 12,0 mln di euro, in aumento di 2,7 mln di euro rispetto al 2011 (+28,7%), essenzialmente a motivo degli ingenti lavori di ampliamento dell’aerostazione. Al netto di tale componente, i costi operativi risultano in crescita di circa 0,6 mln euro rispetto al 2011 (+4,3%).

 

  • Il costo del personale, alla data di chiusura del bilancio 2012, risulta pari a 13,0 mln euro, con un decremento complessivo rispetto all’anno precedente pari a 0,4 mln di euro. Tale decremento risulta spiegato dai minori oneri relativi a contenziosi ed incentivi all’esodo, per circa 0,1 mln di euro e da un risparmio di circa 0,3 mln di euro collegato a maggiore efficienza organizzativa ed operativa che, pur in presenza di un lieve incremento degli equivalent full time, ha contribuito sia all’utilizzo di forme più efficienti di inserimento di risorse stagionali sia all’abbattimento delle ore di supplementare e straordinario.
  • Il margine operativo lordo, conseguentemente, si attesta a 9,8 mln di euro (19,7% dei ricavi totali), in diminuzione di 1,3 mln euro (-11,6%) rispetto al 2011 (11,1 mln di euro, 23% dei ricavi totali).

 

  • Il risultato operativo ha registrato una diminuzione di 1,2 mln di euro (-18,1%), passando dai 6,4 mln di euro del 2011 ai 5,2 del 2012.

 

  • Il risultato ante imposte ammonta a 4,5 mln di euro, in diminuzione di 1,4 mln di euro rispetto al risultato del 2011.

 

  • Le imposte di competenza ammontano a 1,2 mln di euro, in diminuzione di 1,4 mln di euro rispetto all’anno precedente. Si rammenta l’iscrizione tra le imposte di competenza di un importo in diminuzione pari a 0,7 milioni di euro connesso alla istanza di rimborso per il riconoscimento della deducibilità, ai fini IRES, dell’IRAP pagata sul costo del lavoro indeducibile, in relazione ai periodi di imposta dal 2007 al 2011, ai sensi dell’art. 2 del D.L. 201/2011 e del relativo Provvedimento attuativo del 17 dicembre u.s.

 

  • L’esercizio 2012, quindi, si è concluso con un utile netto pari a 3,3 mln di euro, sostanzialmente in linea rispetto all’utile netto del 2011 (3,3 mln di euro).

  • L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2012 ammonta a 12,3 mln di euro rispetto ai 7,1 mln di euro al 31 dicembre 2011, con una crescita di 5,2 mln Euro.

 

  • Nel corso del 2012 sono stati realizzati investimenti infrastrutturali per un totale di 15,4 mln di euro, di cui 9,7 mln di euro risultano completati. In particolare, nel periodo in esame sono stati portati a completamento lavori per 7,4 mln di euro riferiti in prevalenza alla realizzazione del nuovo terminal ed ai relativi impianti come, ad esempio, l’impianto per il trattamento bagagli ed i banchi check in.

 

I risultati della Capogruppo al 31.12.2012

 

  • Nel 2012, i ricavi hanno raggiunto 48,2 mln di euro, in aumento del 2,7% rispetto ai 47,0 mln di euro del 2011, essenzialmente grazie all’aumento dei ricavi per lavori su beni in concessione, che sono passati dai 9,8 mln di euro del 2011 ai 12,6 mln di euro del 2012 (+28,7%). I ricavi “aeronautici” hanno registrato una diminuzione del 2,2% rispetto al 2011, attestandosi a 26,1 mln di euro. I ricavi “non aeronautici” sono in diminuzione dell’8,7%, raggiungendo quota 9,1 mln di Euro (10,0 mln di euro nel 2010).

 

  • I costi operativi ammontano a 26,5 mln di euro, in aumento del 13,9% rispetto al 2011. Il dato è influenzato dall’aumento dei costi per lavori su beni in concessione, che ammontano nel 2012 a 12,0 mln di euro, in aumento di 2,7 mln di euro rispetto al 2011, essenzialmente a motivo degli ingenti lavori di ampliamento dell’aerostazione. Al netto di tale componente, i costi operativi risultano in crescita di circa 0,5 mln di euro rispetto al 2011 (+3,8%).

 

  • Il costo del personale, alla data di chiusura del bilancio 2012, risulta pari a 13,0 mln euro, con un decremento complessivo rispetto all’anno precedente pari a 0,4 mln euro. Tale decremento risulta spiegato dai minori oneri relativi a contenziosi ed incentivi all’esodo, per circa 0,1 mln di euro e da un risparmio di circa 0,3 mln di euro collegato a maggiore efficienza organizzativa ed operativa che, pur in presenza di un lieve incremento degli equivalent full time, ha contribuito sia all’utilizzo di forme più efficienti di inserimento di risorse stagionali sia all’abbattimento delle ore di supplementare e straordinario.

 

  • Il margine operativo lordo, conseguentemente, si attesta a 8,8 mln di euro (18,2% dei ricavi totali), in diminuzione del 14,6% rispetto al 2011 (10,3 mln di euro, 21,9% dei ricavi totali).

 

  • Il risultato operativo è passato dai 5,7 mln di euro del 2011 ai 4,3 mln di euro del 2012 (-23,9%)

 

  • Il risultato ante imposte ammonta a 3,6 mln di euro, in diminuzione di 1,6 mln di euro rispetto al risultato del 2011.

 

  • Le imposte di competenza ammontano a 0,9 mln di euro, in diminuzione di 1,5 mln di euro rispetto all’anno precedente. Si rammenta l’iscrizione tra le imposte di competenza di un importo in diminuzione pari a 0,7 milioni di euro connesso alla istanza di rimborso per il riconoscimento della deducibilità, ai fini IRES, dell’IRAP pagata sul costo del lavoro indeducibile, in relazione ai periodi di imposta dal 2007 al 2011, ai sensi dell’art. 2 del D.L. 201/2011 e del relativo Provvedimento attuativo del 17 dicembre u.s.

 

  • L’esercizio 2012 quindi, si è concluso con un utile netto pari a 2,7 mln di euro, in diminuzione di 0,1 mln di euro rispetto all’utile netto del 2011 (2,8 mln di euro).

 

  • L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2012 ammonta a 13,0 mln di euro rispetto ai 7,0 mln di euro al 31 dicembre 2011, con un aumento di 6,0 mln di euro, legato essenzialmente all’assorbimento di liquidità dovuto alla liquidazione dei lavori in corso sul terminal passeggeri. I debiti finanziari al 31 dicembre 2012 sono rimasti invariati rispetto all’anno precedente.

 

Fatti di rilievo avvenuti dopo il 31 dicembre 2012

 

  • In data 21 gennaio 2013 il Fondo F2i ha acquistato la proprietà di 3.017.764 azioni di AdF S.p.A., corrispondenti al 33,4% del totale del capitale sociale con diritto di voto per il tramite dell’acquisto del controllo di diritto su Società Azionaria Gestione Aeroporto di Torino S.p.A. – SAGAT e del conseguente subentro al vertice della catena partecipativa di Aeroporti Holding S.p.A.

 

  • In data 27 febbraio 2013 la Giunta regionale Toscana ha approvato la variante al PIT – Piano di indirizzo territoriale, che contempla, tra le altre novità, la nuova infrastruttura di volo dell’Aeroporto Amerigo Vespucci nella versione “parallela convergente” all’Autostrada A11.

 

  • Nel mese di marzo 2013 AdF ha tirato un ulteriore importo di circa 2,5 milioni di Euro (totale tirato pari a 9,6 milioni di Euro), a valere sul contratto di finanziamento a medio-lungo termine sottoscritto in data 17 ottobre 2011 con MPS Capital Services Banca per le Imprese S.p.A. e con Banca Infrastrutture Innovazione e Sviluppo S.p.A. e costituito da un’apertura di credito per un importo massimo complessivo di 20 milioni di Euro, utilizzabile in più tranches. Si rammenta come tale contratto di finanziamento, con scadenza al 30 giugno 2022 e pre-ammortamento di tre anni, mette a disposizione le risorse per coprire i fabbisogni finanziari connessi agli investimenti per lo sviluppo delle infrastrutture aeroportuali.

 

 

Prospettive per il 2013

 

I dati di traffico progressivi al 28 febbraio 2013, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, sono in diminuzione del 6,4% nella componente passeggeri e del 9% nella componente movimenti.

 

Le previsioni dei maggiori organi in materia di trasporto aereo (EUROCONTROL) indicano per il 2013 un declino medio dei movimenti dell’ 1% sul 2012 in Italia ma un andamento sostanzialmente stabile in Europa.

Il blocco delle tariffe, mediamente inferiori del 50% rispetto a quelle degli altri Paesi europei, che perdura ormai dal 2001, rende comunque incerta e difficile la congiuntura.

 

 

© CopyRight 2019 Toscana Aeroporti S.p.A. - P.IVA 00403110505 - Tutti i diritti riservati - Privacy policy - Cookie policy - Informativa clienti/fornitori - Designed by App to you srl